Home Editoriale Ambiente, innovazione, energia, la sfida del presente

Ambiente, innovazione, energia, la sfida del presente

Attribuiamo il motore a scoppio ai tedeschi, soprattutto ad un nome, Daimler, divenuto immortale con la Mercedes.
In realtà l’invenzione del motore a scoppio si deve a due italiani.
E un primo prototipo di motore a scoppio utilizzava l’idrogeno come combustibile. E se pensiamo poi come è andata, diciamo che gli italiani volevano un mondo più pulito, i tedeschi un mondo anche sporco ma dove fare soldi. Questione di punti di vista.
Oggi la consapevolezza che l’energia pulita è l’unico modo possibile per rendere il pianeta abitabile, ha cambiato completamente anche la percezione del nostro modo di investire.
Fino a 10 anni or sono, investire sulle azioni di Exxon o Chevron era una certezza. Due certezze da tenere in portafoglio. Oggi, malgrado la disperata lotta per continuare a distribuire dividendi e rimanere appetibili agli investitori, i petroliferi escono
dal portafoglio per fare posto ai protagonisti delle energie rinnovabili.
In questo numero trovi l’articolo di educazione finanziaria di Mario Valentino Guffanti, vice-presidente SAMT, che è illuminante sulla correlazione fra cambiamento del nostro modo di investire e di percepire la realtà di rispetto dell’ambiente. Perché poi, il salvataggio del pianeta dipende proprio da questo.

Buona Lettura

Maurizio Monti
Editore
Investors’ Magazine Italia

Social